10/03/2017

Un noccioleto alla Scuola Enologica

Rating: Rating Staar 1Rating Staar 2Rating Staar 3Rating Staar 4Rating Staar 5 463 voti (clicca per votare)

Non di solo vino vive l’uomo………

"Non solo lezioni in aula ma sempre più esercitazioni in azienda agraria ": questa rappresenta la linea di pensiero del Dirigente Scolastico dell’Istituto “Umberto I”, prof.ssa Antonella GERMINI. Infatti, agli otto ettari di vigneto, venerdì 10 marzo gli allievi delle classi terze hanno aggiunto un impianto di nocciole IGP “Tonda gentile”. "Non poteva mancare nel cuore della città di Alba un impianto sperimentale di coricoltura", afferma il prof. Emanuele FENOCCHIO che ha tracciato con gli studenti il sesto d’impianto (5x5) dopo un’accurata preparazione del terreno avvenuta, grazie al prezioso impegno degli assistenti tecnici dell’Istituto, nei giorni antecedenti.

Il lavoro è stato un lavoro di squadra per cui un gruppo di allievi, diretti dal prof. Paolo D’IGNOTI, ha prelevato un campione di terreno per effettuarne l’analisi nutrizionale su cui calibrare le concimazioni successive all’impianto. Un altro gruppo, dopo la fase preparatoria dell’impianto, ha messo a dimora gli astoni di nocciolo. "E’ indispensabile lavorare tutti insieme con determinazione per andare verso un’unica direzione basata sulla ricerca e la sperimentazione per uno sviluppo sempre più sostenibile"  è quanto affermato dal prof. Bruno MORCALDI che insieme al prof. Vincenzo BARBARO hanno tracciato i punti salienti del progetto.  Il nuovo impianto è stato realizzato su una superficie di 2030 mq, adiacente al corso Enotria.

Sulla restante superficie (1800 mq) dell’omonima particella catastale, si intende realizzare,  in un prossimo futuro, un campo catalogo di vitigni resistenti agli attacchi parassitari. In tal modo, oltre a sperimentare la soglia di resistenza e/o tolleranza e il comportamento vegeto-produttivo dei nuovi cloni, si possono effettuare con gli allievi dell’Istituto delle nuove attività didattiche sperimentali in cantina. Gli obiettivi prioritari del presente progetto rimandano alle linee strategiche proposte da “EUROPA 2020” – Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva, dove attraverso lo svolgimento di lavori di squadra e di ricerca è possibile dare delle risposte al settore produttivo che diventa sempre più globalizzato e quindi sempre più competitivo.